Negroamaro IGP

Altre viste

Negroamaro IGP

Codice: LEO002

Disponibilità: Non disponibile

€ 9,80

Il nome del vitigno deriva da due parole indicanti entrambe il colore nero, la latina NIGRA e la greca MAVRO, utilizzate in abbinamento per sottolineare l’intenso colore nero, scuro, sia della buccia dell’uva che del vino ottenuto. Si può affermare con sufficiente sicurezza che la sua coltivazione possa risalire all’epoca della colonizzazione greca, nell’VIII-VII secolo a.C. Il Negroamaro in purezza si presenta con colore rubino scuro, profondo, con riflessi violacei nella giovinezza, granati con l’invecchiamento, fruttato e rotondo al palato.


Colore rosso intenso con riflessi viola. Profumo fragrante e caratteristico di frutta matura, confettura di ribes e lampone. Gusto pieno, equilibrato e di buona freschezza.

o

Il nome del vitigno deriva da due parole indicanti entrambe il colore nero, la latina NIGRA e la greca MAVRO, utilizzate in abbinamento per sottolineare l’intenso colore nero, scuro, sia della buccia dell’uva che del vino ottenuto. Si può affermare con sufficiente sicurezza che la sua coltivazione possa risalire all’epoca della colonizzazione greca, nell’VIII-VII secolo a.C. Il Negroamaro in purezza si presenta con colore rubino scuro, profondo, con riflessi violacei nella giovinezza, granati con l’invecchiamento, fruttato e rotondo al palato.

Colore rosso intenso con riflessi viola. Profumo fragrante e caratteristico di frutta matura, confettura di ribes e lampone. Gusto pieno, equilibrato e di buona freschezza.

Ulteriori informazioni

Prodotto da Cantine Paolo Leo
Gradazione Alcoolica 13,0%
Uvaggio Negroamaro 100%
Azienda Se è vero che dietro ogni bottiglia di vino c'è sempre una storia da raccontare, quella dei vini Paolo Leo è una storia semplice e bella, come tutte le storie di famiglia. Sono state ben cinque le generazioni di viticoltori che, uniti da una passione ereditaria per il vino e senza mai allontanarsi dalla propria terra, hanno costruito ciascuno un pezzo di storia della cantina che, oggi come allora, sorge a sud di Brindisi, nella cittadina di San Donaci, e porta ancora il loro nome. La Paolo Leo è oggi un'azienda moderna con una sede di 17.000 mq, una linea di imbottigliamento completamente automatizzata, una capacità di 50.000 ettolitri di vino e 500 barrique francesi e americane per l'invecchiamento dei vini. Ma il "cuore" di tutta l'attuale superficie vitata sono ancora quei 25 ettari dove il bisavolo cominciò agli inizi del Novecento a vinificare le sue uve nella Masseria Monticello. Fu poi suo nipote Paolo Leo ad ereditare la terra e a costruire la cantina. E oggi è ancora un erede, l'omonimo Paolo Leo, a guidare la cantina, insieme a sua moglie Roberta e ai figli maggiori, Nicola e Stefano. Grazie a ulteriori acquisti di terreno e a nuovi investimenti, essi sono riusciti a costruire in pochi anni un'azienda al passo con i tempi.
Abbinamenti Vino per primi piatti, arrosti di carni, ottimo con formaggi stagionati.
Biologico -
Regione Puglia

Recensioni utenti

Scrivi la tua recensione

Altre persone hanno contrassegnato questo prodotto con questi tag:

Usa gli spazi per tag separati. Usa apostrofi singoli (') per frasi.