NEBBIOLO D'ALBA DOC

Altre viste

NEBBIOLO D'ALBA DOC

Codice: COLUE004

Disponibilità: Non disponibile

€ 16,15

I caratteri sono quelli classici del Nebbiolo: colore granata elegante, profumo floreale di rosa e geranio e leggero fruttato di lampone e fragolina selvatica, con sentori speziati di cannella e vaniglia. Le uve provengono dalle colline di Diano d’Alba, dai versanti dove il sole illumina e riscalda più a lungo i vigneti. Dopo il giusto passaggio in grandi botti di rovere per la maturazione il Nebbiolo riposa diversi mesi in bottiglia prima di essere davvero pronto per il consumo.


VINIFICAZIONE: in rosso a cappello emerso con rimontaggi giornalieri, macerazione prolungata qualche giorno dopo la fermentazione alcolica, fermentazione malo lattica consecutiva all’alcolica


AFFINAMENTO: in botte per 12 mesi ed in bottiglia per altri 6 mesi prima della messa in vendita


SCHEDA ORGANOLETTICA: colore rubino media intensità con lievi riflessi aranciati, olfatto netto intenso ed ampio con note di viola, lampone, rosa e cannella

o

I caratteri sono quelli classici del Nebbiolo: colore granata elegante, profumo floreale di rosa e geranio e leggero fruttato di lampone e fragolina selvatica, con sentori speziati di cannella e vaniglia. Le uve provengono dalle colline di Diano d’Alba, dai versanti dove il sole illumina e riscalda più a lungo i vigneti. Dopo il giusto passaggio in grandi botti di rovere per la maturazione il Nebbiolo riposa diversi mesi in bottiglia prima di essere davvero pronto per il consumo.

VINIFICAZIONE: in rosso a cappello emerso con rimontaggi giornalieri, macerazione prolungata qualche giorno dopo la fermentazione alcolica, fermentazione malo lattica consecutiva all’alcolica

AFFINAMENTO: in botte per 12 mesi ed in bottiglia per altri 6 mesi prima della messa in vendita

SCHEDA ORGANOLETTICA: colore rubino media intensità con lievi riflessi aranciati, olfatto netto intenso ed ampio con note di viola, lampone, rosa e cannella

Ulteriori informazioni

Prodotto da Colue
Gradazione Alcoolica 15,0%
Uvaggio Nebbiolo 100%
Azienda L’azienda vinicola Colué produce 80.000 bottiglie l’anno. A farla da padrone sono il Dolcetto di Diano che, nella sua particolare selezione “Sorì della Sorba” (a Diano d’Alba esiste fin dal 1986 una mappatura ufficiale dei migliori vigneti per il Dolcetto, chiamati appunto “Sorì”, termine con il quale si intende un vigneto ben esposto al sole), è prodotto sono nelle migliori annate grazie ad una rigida selezione delle vendemmie e il Barolo, di cui la cantina è “produttore storico”. A questi, si affiancano la Barbera d’Alba e il Nebbiolo d’Alba. Le uve vengono attentamente selezionate e vinificate tradizionalmente per valorizzare nel miglior modo possibile i caratteri tradizionali del vino. Infatti, nonostante l’avvento della meccanizzazione viticola, la cantina pratica l’arte della vendemmia totalmente a mano, della pigiatura e della fermentazione senza alcuna aggiunta di additivi chimici, per preservare quelle tradizioni e quella cultura del vino che sono state tramandate di generazione in generazione. Il primo nucleo dell’azienda vinicola Colué risale alla prima metà dell’Ottocento, esattamente al 1824, quando, a Diano d’Alba, la famiglia Oddero acquisisce i primi terreni insieme alla cascina dove ancora oggi ha sede la cantina. La sua storia è da sempre legata ai vitigni delle colline della Langa, avendo partecipato in prima linea, intorno alla metà del Novecento, ai netti cambiamenti che hanno contraddistinto lo sviluppo nei processi di coltura e di vinificazione nelle terre del Barolo e della Barbera. In quegli anni, la cantina è tra le prime a vinificare in proprio, lavorando le uve prodotte nei vigneti coltivati direttamente e, meno di un decennio dopo, a commercializzare il vino imbottigliato, accanto a quello sfuso, assecondando una vera rivoluzione per l’epoca. È così che, accanto al Dolcetto di Diano d’Alba, inizia la vinificazione degli altri grandi protagonisti del Piemonte: il Barolo, che è valso alla cantina il riconoscimento di "produttore storico", la Barbera d’Alba e, infine, il Nebbiolo d’Alba.
Abbinamenti Secondi piatti di Carne
Biologico -
Regione Piemonte

Recensioni utenti

Scrivi la tua recensione

Usa gli spazi per tag separati. Usa apostrofi singoli (') per frasi.